SOSTENIBILITÀ

I cinque punti di non ritorno dell’ambiente

(Adnkronos) – “E se fossimo in ritardo?” Questo è il sentiment comune che travolge almeno due generazioni che si ritroveranno, in un futuro non molto lontano, a fare i conti con una dura realtà. Esistono già, infatti, dei punti considerati di “non ritorno” dell’ambiente. Punti che, anche quando meno lo si possa prevedere, potranno generare delle vere e proprie catastrofi. Per evitare allarmismi, però, il monitoraggio e l’attenzione puntata alla prevenzione è quanto di più importante ci sia al momento, oltre che l’assumere tutta una serie di comportamenti che facciano della “sostenibilità” non uno slogan, ma una pratica quotidiana.   Scopriamo insieme di quali punti si tratta.   Presentato il 6 dicembre alla Cop28, il Global Tipping Points Report è una valutazione autorevole dei rischi e delle opportunità dei punti di svolta sia negativi che positivi nel sistema Terra e nella società.  Secondo il report, cinque importanti punti critici sono già a rischio di essere superati a causa del riscaldamento

Leggi di più...

Politiche alimentari assenti a Cop28

(Adnkronos) – Un’altra Cop28 con delle tematiche che sembrano “grandi assenti” nello scenario futuro: questa è ciò che si è notato negli ultimi giorni. La Conferenza delle Nazioni Unite si è riunita a Dubai per discutere delle politiche dedicate al cambiamento climatico, ma pare non aver soddisfatto, neanche quest’anno, le aspettative dei cittadini di tutti i Paesi coinvolti. Si è sottolineata la mancanza di coraggio nelle scelte, la difficoltà di indirizzare le politiche verso dei binari fino ad oggi non ancora intrapresi e l’assenza di alcune tematiche di rilevanza non trascurabile.  E mentre si capisce cosa farne dei combustibili fossili, le politiche alimentari continuano a non essere una priorità. Ma scopriamo meglio di cosa si tratta.   A denunciare l’assenza delle Politiche alimentari dalla Cop28 è la presidente di Slow Food Italia durante la presentazione della ventesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto, la più rilevante manifestazione internazionale dedicata al cibo salutare e pulito organizzato da Slow Food, Città

Leggi di più...

Cambiamento climatico, solo il 50% dei giovani conosce la definizione corretta

(Adnkronos) – La maggior parte dei bambini e dei giovani dicono di aver sentito parlare del cambiamento climatico ma solo la metà comprende cosa sia. E’ quanto emerge dai risultati di un sondaggio Unicef-Gallup, lanciato mentre i leader mondiali si riuniscono alla Cop28 di quest’anno. Il sondaggio globale, che ha raggiunto più di 55mila persone in 55 Paesi, ha rilevato che in media l’85% dei giovani fra i 15 e i 24 anni in 55 paesi afferma di aver sentito parlare del cambiamento climatico, ma solo il 50% di loro ha indicato la definizione corretta secondo lo United Nations Framework Convention on Climate Change (Unfccc) quando è stato chiesto di scegliere fra “cambiamenti stagionali del clima che si verificano ogni anno” ed “eventi meteorologici più estremi e un aumento delle temperature medie mondiali derivanti dall’attività umana”.  La conoscenza del cambiamento climatico fra i giovani è minore nei paesi a reddito basso e medio basso, i più vulnerabili agli impatti del

Leggi di più...

Rifiuti, alla Coop di Civita Castellana arriva l’eco-compattatore per bottiglie in Pet

(Adnkronos) – Prosegue l’intesa siglata tra Unicoop Tirreno e Coripet, consorzio volontario senza scopo di lucro che ha come missione la raccolta e l’avvio al riciclo delle bottiglie in Pet dopo il loro utilizzo. Anche al supermercato Coop di Civita Castellana parte il progetto di economia circolare “da bottiglia a bottiglia”, ossia generare Rpet da bottiglie usate per realizzarne di nuove. A partire dal 6 dicembre, grazie all’installazione dell’eco-compattatore Coripet, i soci Coop potranno conferire le bottiglie in Pet e ricevere punti per la spesa.   I soci Coop con l’ausilio dell’app Coripet (scaricabile da smartphone e da associare poi alla carta socio Unicoop Tirreno) possono inserire le bottiglie nel macchinario (che devono essere vuote, non schiacciate, con tappo, etichetta e codice a barre leggibile) e ottenere in cambio punti Coop.   Ogni 100 bottiglie si ricevono 100 punti che vengono caricati direttamente sulla tessera del socio Coop e possono essere usati per fare la spesa, partecipare alle raccolte a

Leggi di più...

In Colombia stanno boicottando la Cop 28 con la Earth Social Conference

(Adnkronos) – Non chiamatela conferenza sul clima: la Cop 28, così come tutte le sue edizioni precedenti, non è pensata per trovare delle soluzioni reali alla crisi climatica e al futuro dell’umanità.  Da questa netta posizione prende forma la prima Earth Social Conference, la controconferenza che si sta tenendo in Colombia da ieri, 5 dicembre, e fino al 10 dicembre, nella zona di Casanare, in cui ci saranno assemblee sul conflitto in Medio Oriente, sulle nuove forme di colonizzazione e sul ruolo delle organizzazioni nella crisi climatica.  “Chiediamo a tutti i ‘realisti’ del clima di rifiutare il loro invito alla Cop 28 che si terrà a Dubai e di unirsi a noi per la prima Earth Social Conference a dicembre”: con questo invito attivisti e gruppi di tutto il mondo hanno chiamato a raccolta quanti preferiscono boicottare la Cop 28 e organizzare una conferenza alternativa.  In effetti, a 6 giorni dal termine, la Conferenza delle Parti in corso a Dubai

Leggi di più...

Riso e giornali per combattere l’inquinamento

(Adnkronos) – Gli scarti della coltivazione del riso e i giornali letti potrebbero essere gli elementi decisivi di una risposta ecologica alle emissioni del settore edile. Nonostante questa affermazione possa apparire curiosa, è quanto sostengono i ricercatori dell’Universidad Tecnológica de Panama, in un articolo recentemente comparso su “Frontiers in Built Environment”. Grazie al riciclo dei due materiali, gli esperti sono infatti riusciti a ottenere un isolante rispettoso dell’ambiente, che potrebbe rappresentare un’alternativa alle soluzioni tradizionali, ben più inquinanti. 

Leggi di più...

Economia circolare: il risparmio c’è, ma non abbastanza

(Adnkronos) – Si discute tanto di economia circolare e dei suoi fondamenti come uno dei fattori principali della transizione ecologica e dell’ecosostenibilità. In realtà, in questi ultimi anni riciclo, riuso, ricondizionamento non sono solo parole sulla bocca di molti, ma azioni virtuose messe in atto da un numero crescente di imprese e di cittadini. Applicare i principi di economia circolare, in sintesi, significa prolungare il ciclo di vita dei prodotti, il che si traduce anche in risparmio economico, oltre che naturalmente nella riduzione della quantità di rifiuti di ogni genere. Risparmio che, solo nel 2022 in Italia, è stato quantificato in 1,2 miliardi di euro. Una cifra considerevole in assoluto, ma non abbastanza rispetto a quanto fissato per il 2030. Attualmente, con 15,6 miliardi di euro complessivamente risparmiati a seguito di pratiche di economia circolare, infatti, siamo solo al 15% dell’obiettivo di complessivi 103 miliardi da raggiungere entro il 2030. Il che significa, che per riuscire ad arrivare al traguardo,

Leggi di più...

Finanza sostenibile, cresce la consapevolezza verso gli ESG

(Adnkronos) – Un’Europa consapevole delle sfide ambientali, sociali e di governance si sta impegnando attivamente in un approccio sostenibile allo sviluppo economico. È quanto emerge da un’indagine condotta da BVA Doxa in Italia, Francia, Germania, Spagna e Polonia, paesi che rappresentano una significativa percentuale della popolazione e del PIL dell’Unione Europea. Questa consapevolezza è stata principalmente diffusa grazie all’attenzione dedicata a tali tematiche da parte di televisioni e social media.  Nonostante ciò, l’indagine rivela che persiste una mancanza di chiara comprensione delle diverse dimensioni ambientali, sociali e di governance. Tuttavia, la sostenibilità sta diventando sempre più una necessità, anche dal punto di vista economico. La maggioranza schiacciante dei cittadini europei è favorevole ad accettare un orizzonte temporale di medio-lungo periodo nei rendimenti degli investimenti sostenibili, con oltre il 70% degli intervistati. Inoltre, la riduzione del costo dei prestiti alle imprese che perseguono obiettivi sociali o ambientali è vista positivamente da una vasta parte della popolazione, come afferma il 51% degli

Leggi di più...

Volvo espende rete ricarica ultrarapida, in 2 anni percorsi in elettrico 4,5 mln km

(Adnkronos) – Volvo ‘festeggia’ l’ottima accoglienza all’ultima nata della sua gamma elettrica, la EX30 (che non solo è fra le finaliste del Car of the Year, ma ha anche totalizzato in Italia circa 1.730 vendite prima ancora della sua commercializzazione) e lo fa accelerando sul fronte delle infrastrutture necessarie come le colonnine di ricarica. Con l’inaugurazione a Roma di una nuova stazione ultrarapida a 100 kw – presso la concessionaria C.A.R. Room – è salito a 22 il numero degli impianti Powerstop installati da Volvo nel nostro paese negli ultimi due anni, e la cerimonia ha permesso di fare un bilancio di questo progetto e di anticipare gli sviluppi a breve e medio termine dell’iniziativa.  Promosso nel 2021 da Volvo Car ltalia in collaborazione con la rete delle concessionarie ufficiali Volvo in Italia per favorire su scala nazionale la diffusione della mobilità elettrica nel nostro Paese, il progetto Powerstop è in linea con la scelta strategica di Volvo Cars a

Leggi di più...

Il cambiamento climatico potrebbe ridurre il Pil mondiale di oltre il 4%

(Adnkronos) – Il cambiamento climatico potrebbe provocare la perdita del 4,4% del Pil globale ogni anno, già a partire dal 2050.  L’allerta arriva da uno studio di Standard and Poor’s Global Rating, dove si spiega che è possibile evitare questo scenario disastroso per l’economia mondiale solo tenendo le temperature ben al di sotto dei +2°C rispetto al periodo preindustriale (1850-1900).  Il primo punto chiarito dal report di S&P Global “Lost GDP: Potential Impacts Of Physical Climate Risks” è che il cambiamento climatico non è ‘solo’ un problema ambientale, ma anche finanziario e sociale.  Il riscaldamento del pianeta, causato principalmente dalle emissioni di gas serra derivanti dalle attività umane, ha già effetti tangibili e negativi sulle condizioni di vita di milioni di persone, sulla biodiversità, sulla sicurezza alimentare e idrica, sulla salute e sui diritti umani.  Ma qual è il costo finanziario del cambiamento climatico? Quali sono i settori e i paesi più esposti ai rischi fisici legati al clima e

Leggi di più...

Casa, il costo delle abitazioni: una questione “green”

(Adnkronos) – Vivere nell’Unione europea non è uguale per tutti i Paesi membri. A dimostrarlo è Housing in Europe, il report realizzato a partire dai dati Eurostat dalla Commissione europea, secondo cui, in merito al ‘Costo delle abitazioni’, alle abitudini di vita e al tipo di costruzione, cambia lo stile di vivere la propria casa da parte dei cittadini. La pubblicazione, infatti, fornisce dati in merito alle dimensioni e le qualità delle abitazioni e l’impatto ambientale che esse apportano, dal 2010 ad oggi.   Ad esempio, nell’Ue nel 2022 il 69% della popolazione viveva in un nucleo familiare di proprietà, mentre il restante 31% affittava un alloggio. Ma ci sono Paesi in cui le abitudini di acquisto o affitto possono essere molto differenti. Romania, Slovacchia, Croazia e Ungheria hanno un tasso di persone che comprano casa molto elevato (superiore al 90%). In un Paese come la Germania, invece, il dato cambia sensibilmente. L’affitto è diffuso in misura nettamente maggiore della

Leggi di più...

Telemedicina, evoluzione sostenibile della sanità. Ma l’Italia è pronta?

(Adnkronos) – La medicina sta per fare un salto avanti nel futuro, ma non tutti ancora lo sanno e non è detto che l’Italia sia pronta. La sfida da affrontare è quella di nuovo approccio ad una serie di servizi base già offerti in farmacia invece che dal medico di base e che dovrebbero, se svolti in telemedicina, agevolare il lavoro e le prestazioni di tutti gli operatori del settore. In altre parole, si parla di un futuro non così lontano che, già a partire da gennaio, introdurrà una prima forma di sperimentazione per poi diventare ufficiale a giugno 2024 e, con il 2025, consolidarsi su tutto il territorio nazionale.   Ma di cosa si tratta? Scopriamolo insieme.   A fornire una definizione più o meno chiara di cosa si intenda con il termine “Telemedicina” sono le Linee di indirizzo nazionale dal Ministero della salute: “Per Telemedicina si intende una modalità di erogazione di servizi di assistenza sanitaria, tramite il

Leggi di più...

Sostenibilità, progetti di inclusione sociale: assegnati i Csr Award

(Adnkronos) – Fondazione Entain, l’organizzazione no-profit istituita nel 2019 per coordinare e sostenere le iniziative di Csr del Gruppo Entain, ha annunciato oggi le associazioni vincitrici della seconda edizione del suo Csr Award. Il riconoscimento premia associazioni impegnate in tutta Italia nello sviluppo di progetti di inclusione sociale attraverso la pratica sportiva, e, per la prima volta quest’anno, realtà attive nella protezione dell’ambiente e nella creazione di opportunità di inclusione attraverso l’uso di tecnologie digitali.  La premiazione si è tenuta oggi a Roma, a Palazzo Wedekind, a seguito del talk ‘Infrastrutture sociali e partnership Pubblico-Privato per garantire continuità alle risorse per il terzo settore’ che ha coinvolto rappresentanti delle istituzioni e del mondo dello sport. Sono intervenuti, Diego Nepi Molineris, amministratore delegato di Sport e Salute S.p.A, Lodovico Mazzolin, direttore generale dell’Istituto per il Credito Sportivo, Giampiero Zinzi, membro della Commissione ambiente, territorio e lavori pubblici, Luca Toni, calciatore, commentatore televisivo e sostenitore di progetti di inclusione attraverso lo sport,

Leggi di più...

Cic, ‘proteggere acqua e suolo per mitigare effetti cambiamenti’

(Adnkronos) – Riflettere sul suolo, sugli effetti del cambiamento climatico e sugli obiettivi da raggiungere per tutelarlo e preservarlo. Con questo obiettivo il Cic, Consorzio Italiano Compostatori ha organizzato a Bergamo, in collaborazione con la Fondazione Re Soil Foundation, la settima edizione del convegno ‘Dalla terra alla Terra | Il suolo tra cambiamenti climatici e nuovi stili di vita’ in occasione del World Soil Day, giornata mondiale del Suolo che si svolge ogni anno il 5 dicembre. Partendo dal tema del World Soil Day 2023 “Soil and water: a source of life”, l’evento punta a sottolineare come la sopravvivenza del nostro pianeta dipenda dal prezioso legame tra suolo e acqua, considerando che oltre il 95% del cibo proviene da queste due risorse.   Per quanto riguarda il suolo, in particolare, si stima che contenga tra il 25% e il 35% circa della biodiversità totale, considerando tutti gli organismi viventi, tra cui i microrganismi che svolgono un ruolo fondamentale per il

Leggi di più...

Volontariato, l’impegno Barilla a supporto delle comunità

(Adnkronos) – L’impegno concreto verso le comunità locali è una costante del modo di fare impresa di Barilla, che nel tempo ha coinvolto le persone del Gruppo in numerose iniziative di solidarietà per generare valore a vantaggio di territori e comunità.   Barilla si conferma la prima contributrice di Banco Alimentare, per quantità di eccedenze di cibo donate in termini quantitativi. Tanto che nella giornata del volontariato d’impresa voluta dal Gruppo, sono stati 160 i dipendenti che spontaneamente, in 10 regioni diverse hanno dedicato il proprio impegno nella preparazione di pacchi alimentari destinati alle famiglie più bisognose per un totale di 16 tonnellate di prodotti donati.   Non solo, il Gruppo Barilla ha attivato una serie di iniziative solidali nei diversi Paesi in cui opera, nel 2022 con circa 3.200 tonnellate di prodotti donati, si è impegnato a favorire l’accesso al cibo a un numero crescente di persone, valorizzando l’inclusione e supportando lo sviluppo dei territori. Alle donazioni di prodotto

Leggi di più...

Toffanin (Mase): “Iter importante per raggiungere le finalità dell’Agenda 2030”

(Adnkronos) – “L’Agenda 2030 presenta obiettivi molto importanti, non solo per il nostro Paese, ma per l’intero pianeta. Siamo chiamati ad affrontare un iter molto importante per raggiungere le finalità dell’Agenda 2030, dal benessere dei cittadini, che significa lavoro, parità di genere, contrasto alla povertà, tutela dell’ambiente (perché imprescindibile la salute dell’ambiente rispetto a quella dei cittadini) e su questo noi anche come Ministero stiamo accelerando tutti gli step per gli interventi inerenti alla decarbonizzazione, dove l’immissione di CO2 deve essere ridotta del 55% rispetto al 2030 e poi con una decarbonizzazione totale al 2050”. Così, Roberta Toffanin, (Mase) in occasione dell’evento “Together Toward 2030”, organizzato da IMQ eAmbiente, società di servizi per la riduzione degli impatti ambientali ed energetici, che raccoglie decine di aziende che hanno sottoscritto un “appello” per il tramite del ministro dell’Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, da inviare a Dubai, alla Cop28, perché sostenga la promozione, tra le imprese, dei miglioramenti delle performance di sostenibilità. La lettera

Leggi di più...

Chiellino (IMQ eAmbiente): “Molte imprese impegnate a ridurre impronta climatica”

(Adnkronos) – “Il primo messaggio è dire che qui nel territorio, che siamo nel Pentagono dell’economia dell’Italia, ci sono molte imprese produttive di varie filiere che stanno già agendo per ridurre la propria impronta climatica, per cui volevamo fare questo evento durante la settimana della Cop 28 per dare un messaggio chiaro al ministro dell’Ambiente italiano, per dirgli, attraverso una relazione, che abbiamo fatto l’elenco in quantità della riduzione di CO2 delle imprese che oggi hanno partecipato a questo evento”. Con queste parole Gabriella Chiellino, co-founder e amministratore delegato di IMQ eAmbiente, è intervenuta a margine dell’evento “Together Toward 2030”, organizzato da IMQ eAmbiente, società di servizi per la riduzione degli impatti ambientali ed energetici, che raccoglie decine di aziende che hanno sottoscritto un “appello” per il tramite del ministro dell’Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, da inviare a Dubai, alla Cop28, perché sostenga la promozione, tra le imprese, dei miglioramenti delle performance di sostenibilità. La lettera appello si intitola “Un ponte

Leggi di più...

Clima, Imq eAmbiente: 20 aziende sottoscrivono lettera intenti per Cop28

(Adnkronos) – Si chiama ‘Together Toward 2030’, è organizzato da IMQ eAmbiente, e raccoglie decine di aziende che hanno sottoscritto un “appello” per il tramite del ministro dell’Ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, da inviare a Dubai, alla Cop28, perché sostenga la promozione, tra le imprese, dei miglioramenti delle performance di sostenibilità. La lettera appello si intitola ‘Un ponte tra l’Italia e la Cop28 a Dubai’ e i firmatari ricordano come “il nostro lavoro è diventato una vera e propria missione per supportare le imprese nel progettare e governare la riduzione dell’impronta di carbonio verso il 2030 ed il 2050, che in Europa ha una sfida notevole, quella di giungere a Net Carbon Zero”.   Spiega Gabriella Chiellino, co-founder e amministratore delegato di IMQ eAmbiente: “A Venezia si sono riunite le imprese produttive che desiderano condividere i loro impegni per il Clima. Sviluppo, e quindi benessere, sono tali se sono sostenibili, ossia se hanno uno sguardo attento verso le future generazioni; la

Leggi di più...

BNL BNP Paribas ottiene la certificazione di parità di genere: a che punto siamo in Italia?

(Adnkronos) – Sempre più aziende stanno trasformando la propria organizzazione in ottica Esg. Per alcune, questo significa soprattutto decarbonizzare la propria produzione e, più in generale, ridurre le emissioni inquinanti; per altre significa puntare su un maggiore work-life balance e contrastare le disparità.  In quest’ottica BNL BNP Paribas ha raggiunto un ottimo risultato, ottenendo la certificazione per la parità di genere rilasciata da Dnv Italia, che premia l’impegno messo in atto nel favorire l’inclusione, valorizzare le diversità, ridurre il gap di genere e contrastare ogni forma di discriminazione.   Sono 6 le specifiche aree tematiche oggetto di riconoscimento:  – cultura e strategia;  – governance;  – processi human resources;  – opportunità di crescita e inclusione delle donne in azienda;  – equità remunerativa;  – tutela della genitorialità;  – conciliazione vita-lavoro.  In ciascuna di queste aree, BNL BNP Paribas ha superato la soglia minima e non sono emerse valutazioni di “non conformità”.  “La certificazione per la parità di genere ci rende molto orgogliosi

Leggi di più...

Natale 2023, a Ossana i presepi sono arrivati (quasi) a quota 2000

(Adnkronos) – A Ossana ha preso il via la 24esima edizione del Borgo dei 1000 presepi, mai così ricca per numero di opere d’arte in mostra per i vicoli e gli edifici del centro storico: quasi 2mila. L’inaugurazione è stata, poi, l’occasione ideale per suggellare l’ingresso ufficiale del piccolo paese della Val di Sole nel club dei ‘Borghi più belli d’Italia’ (avvenuto nel 2022) con la consegna della bandiera dell’associazione da parte del presidente Fiorello Primi. Una speciale appendice alla cerimonia d’apertura della manifestazione che fino al 7 gennaio 2024 permetterà ai visitatori, ne sono attesi decine di migliaia, di ammirare creazioni dall’alto valore artistico e simbolico realizzate da artisti e residenti. Molte le autorità locali presenti all’inaugurazione, nel corso della quale è stato svelato un annullo filatelico creato ad hoc.   “Ogni singolo presepe racconta una storia, tutti insieme raccontano il nostro borgo. Siamo fieri di poter mostrare al pubblico opere che riescono sempre a sorprendere, per l’indubbia qualità

Leggi di più...

Giornata mondiale del suolo: un appello per la salute della terra

(Adnkronos) – «Senza suolo non c’è sovranità agroalimentare. Senza terra non c’è vita». Queste le parole di Slow Food Italia che per la Giornata Mondiale del Suolo risuonano come un monito per tutti i Paesi. Il 5 dicembre, infatti, si celebra tale giornata con lo scopo di sensibilizzare le persone sull’importanza del suolo che spesso viene dato per scontato, ma la cui necessaria cura è di fondamentale importanza.   Slow Food è un movimento da anni impegnato a promuovere il diritto al piacere e a un cibo buono, pulito e giusto per tutti, come parte della ricerca della prosperità e della felicità per l’umanità attuale e futura e per l’intera rete del vivente. Da questa realtà arriva un grande appello per il suolo: «Abbiamo bisogno di capire quanto sia fondamentale la terra in ogni nostra giornata di vita sul pianeta, quanto sia determinante per la sopravvivenza di ogni essere vivente. Dovremmo imparare a camminarci su con rispetto, a usarla con

Leggi di più...

Disabilità, The Guide Project: piattaforma digitale accessibile ai lavoratori ciechi

(Adnkronos) – Si chiama Barbara Contini, ha 45 anni, gestisce un servizio di pronto intervento per emergenze idriche, è una campionessa di tiro con l’arco, ed è cieca. È anche la protagonista di una storia di integrazione di successo, che l’ha portata, insieme alla sua azienda e a tecnici specializzati, a realizzare un progetto per superare quelle barriere fatte di stereotipi e a volte veri e propri pregiudizi, che spesso portano a escludere le persone con disabilità dal mondo del lavoro. Il progetto si chiama The Guide Project, a realizzarlo sono stati Gruppo Cap, la green utility che gestisce il servizio idrico della Città metropolitana di Milano, Deloitte Digital e Salesforce, che hanno messo insieme tecnologia e relazioni umane, lavorando con Barbara per progettare, programmare e realizzare una versione su misura di una delle più efficienti piattaforme digitali.  Il progetto ha previsto anche l’ottimizzazione degli strumenti che Barbara usa quotidianamente nel suo lavoro di gestione clienti di Cap. “Per le

Leggi di più...

Disabilità, report: 80% italiani boccia Ssn ma quasi 90% promuove medici con lode

(Adnkronos) – Per 8 italiani su 10 il Servizio sanitario nazionale (Ssn) non fornisce risposte adeguate alle persone con disabilità. Per il 63% non c’è neanche una risposta efficace ai bisogni sanitari relativi alla disabilità. Quasi 4 italiani su 10 si spostano dalla propria regione per trovare cure e supporti adeguati. E’ invece il personale medico a costituire ancora il vero fiore all’occhiello del Ssn: l’86% degli intervistati ha una percezione fortemente positiva della formazione e capacità dei medici incontrati. E’ la fotografia scattata per il 2023 dalla terza indagine dell’Osservatorio ‘Cittadini e disabilità’ con commento di Swg sul rapporto tra persone con disabilità e sanità, presentato oggi durante la Cerimonia di consegna del Premio giornalistico Bomprezzi – Capulli a Roma e in contemporanea a Milano.   “Questi dati restituiscono una situazione complessa, aggravata anche dalle difficoltà innescate dalla pandemia degli ultimi anni – spiega Stefano Malfatti, direttore comunicazione e raccolta fondi del Serafico di Assisi – nella maggior parte

Leggi di più...

Sostenibilità, i big della finanza pubblica Ue a confronto sul futuro

(Adnkronos) – I big della finanza pubblica europea si incontrano per parlare delle sfide della sostenibilità. L’appuntamento è a Milano, a Palazzo Mezzanotte, il prossimo 4 dicembre, all’evento “Eyes on a sustainable future” organizzato da Cassa Depositi e prestiti in collaborazione con Borsa Italiana. Organizzato in concomitanza con la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Cop28) di Dubai, l’evento offrirà un’importante occasione di confronto sulle sfide della sostenibilità e il ruolo della finanza per la transizione Esg tra i vertici dei principali Istituti Nazionali di Promozione europei (Cdp, Eib, Cdc, Ico, Kfw). Istituzioni che, con un patrimonio complessivo di oltre 2.700 miliardi di euro, svolgono un ruolo cruciale nel finanziare investimenti per la crescita sostenibile e inclusiva dell’Europa. 

Leggi di più...

Nuove restrizioni dell’Ue sulle microplastiche

(Adnkronos) – Chi inquina paga…e ripara il danno. Questo è il principio che l’Ue vuole inserire in modo che i responsabili contribuiscano a proprie spese alla rimozione dei microinquinanti dalle acque di scarico urbane.   Tra queste, emergono le microplastiche che sono tra i principali agenti inquinanti nelle acque marine, tanto che la Commissione Ambiente del Parlamento europeo Envi in sede di proposta di regolamento ha chiesto di ridurre del 50% entro il 2030 l’uso di pesticidi chimici perché contengono questi elementi.  In base alla proposta, gli Stati membri sono chiamati ad adottare obiettivi e strategie basati sulle sostanze, il pericolo e la dimensione agricola. Al fine di massimizzare l’impatto delle strategie nazionali, gli Stati membri dovrano anche disporre di norme specifiche almeno per le 5 colture in cui la riduzione dell’uso di pesticidi chimici avrebbe l’impatto maggiore. Sarà poi la Commissione europea a supervisionare l’aderenza delle strategie nazionali agli obiettivi UE 2030. Nello specifico la Commissione Envi propone di

Leggi di più...

Sostenibilità, assegnato il Premio Socialis 2023 per le migliori tesi italiane

(Adnkronos) – Dalle Università di tutta Italia un contributo alla comprensione del valore dell’impegno di imprese, istituzioni, università e non profit negli ambiti economici, sociali ed ambientali, un indice dei trend di sviluppo della sostenibilità in Italia: assegnato a Roma il Premio Socialis 2023, il più longevo riconoscimento per le migliori tesi di laurea su Csr e sostenibilità, organizzato dall’Osservatorio Socialis in collaborazione con Gruppo Cap, Saipem, Msd Italia e Bayer.   La cerimonia di premiazione si è svolta a Roma, presso l’Auditorium dell’Ara Pacis, con un programma ricco di interventi, una mattinata iniziata con i saluti istituzionali e un videomessaggio ai presenti del ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica Gilberto Pichetto: “Questa giornata è un’occasione unica di incontro tra le Istituzioni, le imprese e i giovani. Mi rivolgo direttamente a voi, studentesse e studenti, quando dico che il percorso della formazione che avete concluso nelle vostre scuole e nei vostri atenei è un passo importante per definire il ruolo

Leggi di più...

Ciafani, ‘fondo loss and damage fondamentale contro crisi clima’

(Adnkronos) – “Il fondo loss and damage è una delle tessere fondamentali del mosaico più generale per combattere la crisi climatica e per andare oltre l’accordo di Parigi del 2015”. Così Stefano Ciafani, presidente di Legambiente, a margine del XII Congresso nazionale dell’associazione, fino al 3 dicembre a Roma, all’Auditorium del Massimo.  “I paesi industrializzati devono spingere sull’acceleratore della transizione ecologica. Dobbiamo evitare che i paesi con economie emergenti passino attraverso l’era del gas, quando si può passare dall’era del carbone a quella delle rinnovabili, perché oggi le tecnologie ci sono; poi bisogna aiutare i paesi in via di sviluppo, da una parte a fronteggiare i danni economici, perché ovviamente gli eventi estremi riguardano tutto il pianeta, a volte soprattutto le aree più in difficoltà, e bisogna trasferire le tecnologie perché la loro trasformazione economica passi attraverso l’innovazione immediatamente”.   “Il fondo loss and damage è straordinariamente importante perché solo i paesi più ricchi possono aiutare i paesi più poveri

Leggi di più...

Ambiente, Conou protagonista della mostra ‘I cantieri della transizione ecologica’

(Adnkronos) – Il Conou – Consorzio Nazionale degli Oli Minerali Usati partecipa a ‘L’Italia in cantiere’, il XII Congresso nazionale di Legambiente in programma dal 1 al 3 dicembre, come protagonista della mostra congressuale dedicata a ‘I cantieri della transizione ecologica’. Un viaggio itinerante che si è snodato lungo la Penisola per raccontare, tappa dopo tappa, cantieri, progetti ed esperienze che possono indicare la rotta verso una vera transizione ecologica del Paese.   L’economia circolare degli oli minerali usati è stato il focus della settima tappa di questo lungo viaggio che è approdato in Puglia, a Modugno (BA) presso l’impianto della Nicola Veronico S.r.l., una delle 60 aziende raccoglitrici che, insieme a 2 aziende di rigenerazione, fa parte della capillare filiera del Conou – Consorzio Nazionale Oli Minerali Usati, il primo ente nazionale dedicato alla raccolta e al riciclo di questo rifiuto speciale.   Non si tratta solo di un’eccellenza italiana di economia circolare, ma europea: se in Europa mediamente

Leggi di più...

Oli minerali usati, nel 2022 raccolte 181mila tonnellate

(Adnkronos) – “Nel 2022 abbiamo raccolto 181mila tonnellate di olio minerale usato. Lo abbiamo rigenerato al 98%, solo una piccolissima parte l’abbiamo dovuta destinare alla combustione perché non idonea” alla rigenerazione. Così Riccardo Piunti, presidente del Conou – Consorzio Nazionale Oli Minerali Usati a margine del XII Congresso nazionale di Legambiente.  “Il Consorzio – ricorda – si occupa di raccogliere e rigenerare tutto l’olio minerale usato in Italia. Si tratta di lubrificanti usati, quelli che noi mettiamo nei nostri motori, ma anche quelli, in grande misura, che noi utilizziamo in tutti i macchinari delle fabbriche. Ed è un rifiuto pericoloso, cioè l’olio minerale, una volta che è stato utilizzato, contiene inquinanti, sostanze cancerogene, sostanze dannose alla salute umana, e quindi non può essere riutilizzato così; noi lo portiamo in impianti idonei che lo rigenerano completamente, gli ridanno nuova vita e può essere infinite volte riutilizzato ed ha le stesse esatte caratteristiche delle basi che vengono direttamente dal petrolio”.   Il

Leggi di più...

Dirigenti attenti alla sostenibilità: perché è importante la DNF

(Adnkronos) – La sostenibilità non può essere più esclusa dai bilanci delle aziende, piccole o grandi che siano. Il Consiglio dei ministri del 23 dicembre 2016 aveva approvato definitivamente il provvedimento che recepiva nell’ordinamento italiano la direttiva 2014/95/UE sull’informazione non finanziaria e da allora, l’obbligo per alcune categorie di imprese è diventato sempre più stringente in termini di tempo.   A rendersene conto è circa il 60% dei dirigenti d’azienda, a livello globale, anche se ancora, solo il 24% considera che i costi delle iniziative di sostenibilità superino i benefici apportati dalle stesse. Questo è quanto è emerso dal report Capgemini Research Institute, “A World in Balance”. I dati dimostrano quindi un cambio di tendenza relativo alla percezione che le aziende posseggono rispetto alle tematiche legate a questo mondo, ma lo stesso non si può dire per gli aumenti degli investimenti.   Anche la dimensione sociale sta raggiungendo il suo picco di attenzione con oltre la metà dei dirigenti che

Leggi di più...

Da Oxford arriva la trappola che cattura le emissioni di metano

(Adnkronos) – Le emissioni di metano sono responsabili del 30% circa dell’aumento complessivo delle temperature fino a oggi. È per questo motivo che l’individuazione di un metodo per ridurle o addirittura “ingabbiarle” potrebbe rivelarsi una svolta nella lotta contro il riscaldamento globale. La soluzione arriva dall’Università di Oxford. Gli esperti hanno infatti messo a punto un piccolo satellite che rileva automaticamente le emissioni di gas metano, consentendo una più incisiva azione di contrasto. I risultati sono stati pubblicati su “Nature Scientific Reports”. 

Leggi di più...

Sostenibilità, Sace presenta la sua nuova Strategia Esg

(Adnkronos) – In occasione di Cop28, a un anno dal lancio del nuovo Piano Industriale Insieme2025, Sace annuncia la Strategia Esg che rivoluziona il business model del gruppo assicurativo-finanziario italiano per massimizzare l’impatto sui Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite (Sdgs) e realizzare il purpose abbracciato con il nuovo Piano: contribuire al benessere e alla prosperità per la comunità. Di fronte a una platea di oltre cento business leader di una delle regioni a maggior impatto per la transizione sostenibile, il Golfo, Sace ha presentato la nuova Strategia, che prevede una profonda evoluzione del modello operativo e di business integrando i criteri ambientali sociali e di governance in tutti i processi decisionali e che si fonda su un sistema di misurazione d’impatto basato su metriche scientifiche.  Sace ha inoltre facilitato un tavolo di confronto con aziende, finanza e istituzioni per analizzare esigenze e soluzioni per supportare l’evoluzione Esg. Accelerare la transizione delle imprese è infatti il primo pilastro della Strategia

Leggi di più...

Erosione, desertificazione e perdita di carbonio, il degrado del suolo in Italia

(Adnkronos) – Ogni 100 metri quadri di suolo, 47 presentano qualche forma di degrado. L’80% dei terreni agricoli, pari al 23% del territorio nazionale, è sottoposto a fenomeni erosivi e il 68% ha perso più del 60% del carbonio organico originariamente presente in essi. E poi ancora c’è il problema contaminazione: quella da alti quantitativi di rame riguarda il 14% della superficie italiana, mentre l’1% presenta elevate concentrazioni di mercurio. Sono sono alcuni dei numeri contenuti nella prima edizione del Rapporto ‘Il suolo italiano ai tempi della crisi climatica’. Una fotografia che evidenzia, a pochi giorni dal World Soil Day della Fao, quanto il problema suolo sia complesso.  “La degradazione del suolo rappresenta una grave minaccia per il Pianeta – ammonisce Maurizio Martina, vicedirettore generale Fao nella prefazione del rapporto – Dai suoli dipende infatti una serie di servizi ecosistemici fondamentali per il benessere umano, come la protezione dell’ambiente e della biodiversità, la tutela del paesaggio, l’architettura e i processi

Leggi di più...

Net Zero, la strada è ancora lunga

(Adnkronos) – Dall’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi, il 4 novembre 2016, che prevede le indicazioni per la riduzione delle emissioni globali di gas serra, molte aziende hanno intrapreso un percorso verso l’obiettivo Net Zero. A che punto è questo percorso? A svelarlo, lo studio “Destination Zero” di Accenture, che riporta dati contrapposti. Se da una parte, infatti, il 75% delle grandi aziende ha ridotto le emissioni operative, ovvero le emissioni per unità di fatturato, dall’altra emerge che una percentuale minima di queste, solo il 18%, si trova a buon punto per raggiungere l’obiettivo Net Zero entro il 2050. La ricerca di Accenture ha analizzato gli impegni per l’azzeramento delle emissioni e i risultati sin qui raggiunti da parte di oltre duemila grandi aziende private e pubbliche a livello di fatturato globale.   Tra i dati più significativi dello studio di Accenture emerge che le aziende europee hanno le performance migliori in termini di impegno per raggiungere l’obiettivo Net Zero.

Leggi di più...

Salvare l’agricoltura per salvare il futuro: le cinque mosse

(Adnkronos) – Le sfide per un’agricoltura più sostenibile sono ancora aperte e le realtà territoriali nazionali sembrano pronte ad affrontarle. A dimostrarlo è stata la Cia-Agricoltori italiani che nell’ambito della presentazione di un Piano Nazionale per l’Agricoltura, ha promosso le cinque mosse con le quali il governo può ripensare e supportare uno dei settori che maggiormente rappresenta le ricchezze del territorio, la biodiversità italiana e il fatturato nazionale. Presentate il 29 novembre a Roma, all’Auditorium Antonianum, in occasione dell’Assemblea annuale della confederazione, le proposte sono volte a ‘Salvare l’agricoltura per salvare il futuro’. Scopriamo insieme quali sono.  La prima proposta Cia è quella di redistribuire equamente il valore aggiunto lungo la filiera agroalimentare. Per farlo è necessaria una legge quadro diretta alla salvaguardia della parte agricola. Riconoscimento dei costi di produzione certificati e di prezzi all’origine stabili e dignitosi è la strada che si intende percorrere. Una cabina di regia potrebbe rendere trasparente il processo di formazione del prezzo e

Leggi di più...